Coronavirus: cosa c'è da sapere

Disposizioni temporanee per contenimento rischi sanitari
Aggiornamento al 18 settembre

Dopo aver riferito dell’inaugurazione del nuovo nucleo di Cure Subacute, avvenuta nel mese di luglio, che ha visto la completa riqualificazione degli ambienti, riportiamo di seguito un aggiornamento delle attività della Fondazione a partire dal mese di settembre:

SCREENING E ATTIVITA’ DI SORVEGLIANZA SANITARIA

Proseguono le attività di screening per il personale della Fondazione: a partire dal 7 settembre è stata avviata la terza indagine di sorveglianza sanitaria con test molecolari e sierologici. Dal mese di febbraio sono stati eseguiti un totale di 890 tamponi. Tutti gli operatori sono provvisti di idonei dispositivi di protezione individuale e sono a conoscenza delle disposizioni per il loro corretto utilizzo. Per quanto riguarda le attività di sorveglianza sanitaria degli Ospiti, attualmente non sono presenti casi di infezione da SARS-Cov-2 né in Fondazione né ricoverati presso ospedali.

INGRESSI IN RSA E VISITE DEI FAMILIARI

A seguito della DGR XI/3226 del 9/6/2020 e successive modifiche, sono state riaperte le ammissioni degli Ospiti in Fondazione. Consultando il progetto di struttura è possibile conoscere le indicazioni sulla gestione degli ingressi e il coordinamento delle attività sanitarie socio assistenziali. Dal 9 giugno sono state riaperte le ammissioni dei nuovi Ospiti presso la RSA e dal 27 luglio i ricoveri presso il nucleo di Cure Subacute.

Per quanto riguarda le visite dei familiari sono state messe in atto le regole di accesso al fine di garantire la sicurezza e prestando attenzione ai bisogni relazionali degli Ospiti. Le visite eccezionali (cioè presso i nuclei) sono autorizzate dalla Direzione Sanitaria e avvengono solo in casi di reale gravità delle condizioni dell’Ospite. Le visite ordinarie previste per i familiari degli Ospiti in RSA sono organizzate dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 11.20 e dalle 13.20 alle 18.00, con appuntamenti fissati ogni 20 minuti.

SERVIZI DOMICILIARI

Sono stati rivisti i percorsi delle attività domiciliari ADI e RSA Aperta con l’obiettivo di contenere il rischio di Covid-19 e, allo stesso tempo, assicurare la massima tutela per gli utenti e gli operatori nell’erogazione delle prestazioni. Sono state proposte, inoltre, alcune semplici regole di comportamento nel rispetto delle procedure di accesso.

POLIAMBULATORIO

L’accesso ai nostri ambulatori è consentito attualmente solo per gli Ospiti e per il personale della Fondazione.

ASILO NIDO MOLINA

Dal 7 settembre ha riaperto il servizio di asilo nido rivolto ai bambini in età compresa dai 3 mesi ai 3 anni. La gestione del servizio, affidata alla società Azzurra Cooperativa Sociale Onlus, garantisce un luogo sicuro di crescita e un servizio flessibile con diverse fasce orarie di entrata e uscita per andare incontro alle esigenze dei genitori.

CENTRO DIURNO INTEGRATO

Attualmente il Centro Diurno è chiuso.

REFERENTE COVID-19

E’ stato formalizzato, infine, un referente Covid-19 della Fondazione, individuato nella figura del Direttore Sanitario e un comitato multidisciplinare con specifiche competenze nell’ambito delle infezioni correlate all’assistenza e, più in generale, del risk management.

Il comitato è composto da:

Direttore Generale

– Direttore Sanitario (Referente Covid-19)

– Direttore Servizi Assistenziali

– Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP)

– Medico competente

– Consulente infettivologo

– Infermiera referente della Direzione Sanitaria

In questa nuova fase di riapertura la Fondazione metterà in atto tutte le modalità necessarie al fine di proseguire l’informazione e la formazione in materia di prevenzione e controllo dell’infezione da SARS-Cov-2, attraverso incontri dedicati e diffusione delle procedure necessarie. Lavoriamo, quindi, al miglioramento continuo e alla ricerca della qualità dei servizi offerti, caratteristiche che hanno sempre contraddistinto la Fondazione e i suoi operatori, soprattutto in questo delicato periodo di pandemia che stiamo tutti vivendo.

Tali indicazioni potranno subire modifiche ed aggiornamenti nei prossimi giorni in seguito alla pubblicazione di circolari o disposizioni da parte del Ministero della Salute, ATS Insubria e Ordine dei Medici di Varese.