Coronavirus: tutti gli aggiornamenti

Aggiornamento al 8 gennaio

Attualmente i casi di infezione da Covid-19 tra gli Ospiti della Fondazione sono 79, la maggior parte asintomatici e positivi da più di 21 giorni.

Per quanto riguarda gli operatori i casi attualmente positivi risultano 29.

Salvo nuove disposizioni normative e/o avverse evoluzioni della curva di contagio interno o su tutto il territorio, dal 18 gennaio riprenderanno le visite dei familiari: sarà allestito un punto tamponi antigenici rapidi all’ingresso della struttura (l’esecuzione sarà obbligatoria per l’ingresso dei familiari). Le visite saranno programmate direttamente dalla Fondazione che si preoccuperà di contattare le famiglie; in tale fase iniziale, per questioni organizzative, le date e gli orari non potranno essere modificati. Gli incontri avranno una durata massima di 15 minuti e dovranno avvenire nel pieno rispetto della normativa vigente (uso DPI e distanziamento).

Ieri, 7 gennaio, è partita la campagna vaccinale anti-Covid19 per 21 operatori appartenenti a diverse categorie professionali e 15 Ospiti del secondo piano della Casa Buzio (leggi qui l’articolo). Dalla settimana successiva la campagna di vaccinazioni proseguirà in modo regolare, con l’obiettivo di vaccinare con prima e seconda dose tutti gli operatori e gli ospiti nei tempi previsti.

Perché è importante vaccinarsi? L’intervista al Presidente della Fondazione chiarisce le motivazioni: https://www.youtube.com/watch?v=hQtb23z1yqU

Aggiornamento al 15 dicembre

Dal 3 dicembre ad oggi sono stati registrati 21 nuovi casi di infezione da Covid-19 tra gli Ospiti della Fondazione. Attualmente i casi in trattamento sono 65, la maggior parte dei quali paucisintomatici.

Per quanto riguarda gli operatori i casi attualmente positivi risultano 26.

La Fondazione sta predisponendo un piano organizzativo per consentire nuovamente le visite tra Ospiti e familiari. In funzione dell’andamento epidemiologico interno alla struttura e su tutto il territorio,  gli accessi potranno essere ripristinati nella prima metà di gennaio.

Aggiornamento al 2 dicembre

Nella terza settimana di novembre si è registrato un incremento significativo dei casi di positività al Covid-19 tra gli Ospiti della RSA, analogamente a quanto è successo nel nostro territorio, mentre nell’ultima settimana si è osservata una riduzione di nuovi casi. Si tratta per la maggior parte di pazienti asintomatici o paucisintomatici.

Attualmente gli Ospiti positivi sono 74 e i debolmente positivi 12; dal 15/10/2020 sono stati effettuati 780 tamponi ai nostri residenti, sia molecolari che antigenici.

Sui dipendenti, invece, sono stati effettuati 580 tamponi: gli operatori attualmente positivi sono 37.

La Fondazione Molina continua la sua attività di assistenza e cura con massima attenzione e dedizione per tutti i propri Ospiti residenti e proseguirà le sue attività di comunicazione al fine di mantenere il contatto con le proprie famiglie.

Aggiornamento al 18 novembre

Si comunica che a ieri, su oltre 400 tamponi molecolari eseguiti, i residenti positivi in struttura risultano essere 41 e sono per la maggior parte asintomatici o con sintomatologia lieve.

Dal 20 ottobre ad oggi si registrano 4 decessi in struttura di residenti stati positivi al Covid-19.

E’ terminato, inoltre, un ulteriore screening sugli operatori con l’esecuzione di 470 tamponi molecolari riscontrando 34 casi di positività.

In media il rapporto tra tamponi eseguiti e positività è di ca. il 10% per i residenti e ca. il 7% per i dipendenti.

Un flusso continuo negli esiti dei tamponi si traduce in una situazione in costante evoluzione. L’acquisto dei tamponi antigenici rapidi permettono un monitoraggio giornaliero sia sugli Ospiti che sugli operatori.

Un ringraziamento a tutti i dipendenti che, con dedizione e senso del dovere, continuano a svolgere la propria attività di cura e assistenza e, in particolar modo, a tutte le famiglie che da tempo non hanno la possibilità di stare vicine fisicamente ai loro cari.

Aggiornamento al 10 novembre

Si riportano di seguito i dati aggiornati:

  • DIPENDENTI – eseguiti 317 tamponi molecolari di cui 19 positivi
  • OSPITI RESIDENTI – eseguiti 318 tamponi molecolari di cui 33 positivi:
    • 1 decesso in struttura
    • 5 ospedalizzati
    • 8 negativizzati

Attualmente sono presenti in struttura 19 Ospiti positivi.

Aggiornamento al 5 novembre

Proseguono le attività di screening per gli Ospiti residenti e per tutti i dipendenti della Fondazione:

  • OSPITI RESIDENTI – eseguiti 223 tamponi molecolari di cui 25 positivi
  • DIPENDENTI – eseguiti 215 tamponi molecolari di cui 10 positivi

Dei 25 Ospiti positivi presenti in struttura la maggior parte sono asintomatici o con sintomi lievi.

La Fondazione è dotata, inoltre, di test rapidi con esito in venti minuti.

Aggiornamento al 2 novembre

Di seguito si riporta la situazione aggiornata dei casi positivi da SARS-CoV-2 riscontrati presso la struttura:

  • 3 residenti ospedalizzati, di cui uno già “negativizzato” e trattenuto per altre patologie
  • 1 residente già da tempo in isolamento, negativo al secondo tampone di controllo
  • 18 positivi presenti in struttura, 9 presso il nucleo Alzheimer e 9 presso il nucleo piano terra casa Caravatti

I 18 pazienti positivi sono già residenti presso gli stessi nuclei, salvo un Ospite proveniente dal secondo piano della Caravatti. I nuclei in questione sono entrambi strutturalmente divisi al loro interno e offrono garanzia di isolamento rispetto agli altri Ospiti, con equipe medica e socio sanitaria dedicata. Gli esiti sono frutto di un primo screening complessivo dei reparti interessati, a cui ne seguiranno altri di monitoraggio.

Alla data odierna i residenti positivi sono per la maggior parte asintomatici o con sintomi lievi.

Aggiornamento al 29 ottobre

La Fondazione comunica che sono stati rilevati altri quattro Ospiti risultati positivi al test per SARS-Cov-2.

Come da procedure e protocolli sanitarie un Ospite è già ospedalizzato; i restanti sono stati immediatamente isolati presso il nucleo attrezzato. Intanto proseguono con regolarità le attività di screening: sono sottoposti a tampone molecolare ciclicamente tutti gli Ospiti residenti e tutti i nostri dipendenti.

Sarà cura della Fondazione trasmettere costantemente gli aggiornamenti in merito alla situazione.

Aggiornamento al 26 ottobre

Si è conclusa l’attività di screening presso il nucleo dove si era riscontrato un caso di positività al Covid-19: tutti i tamponi eseguiti agli Ospiti residenti e ai dipendenti sono risultati negativi.

Aggiornamento al 20 ottobre

Si comunica che in data odierna presso un nucleo della Fondazione Molina si è riscontrato un caso di positività per Covid-19 al tampone molecolare: si tratta di residente già in isolamento da 14 giorni e negativo al primo test effettuato due settimane fa.

Attraverso la Centrale Operativa, predisposta da Regione Lombardia, si è già provveduto al ricovero presso struttura ospedaliera, mentre la Fondazione ha già attivato l’attività di screening su tutto il nucleo il cui esito si avrà tra qualche giorno. Il caso è stato segnalato alle autorità competenti.

In tutta l’attività di monitoraggio, terminata 10 giorni fa sui dipendenti, non era stato riscontrato alcun caso di positività.

Come da programma l’attività di screening è periodicamente ripetuta al fine di ridurre al minimo le probabilità di contagio all’interno della Residenza.

Aggiornamento al 16 ottobre

Con ordinanza n. 619 del 15 ottobre 2020 la Regione Lombardia ha disposto il divieto di far visita ai propri congiunti residenti presso le RSA. Siamo dispiaciuti non poter più garantire almeno un incontro settimanale come fatto sino ad oggi, svoltosi tra l’altro in condizioni di assoluta sicurezza, ma la tutela della salute dei vostri cari, attraverso il rispetto delle normative, resta comunque il fine ultimo del nostro lavoro.

Salvo i casi particolari previsti e comunque autorizzati dal Referente Covid, le visite sono quindi sospese sino a nuova disposizione, mentre con i tempi tecnici necessari, sarà rafforzato il servizio di videochiamate che la Fondazione non ha mai sospeso.

Sino a nuovo avviso, il servizio di ritiro e consegna biancheria sarà effettuato nei giorni già concordati nei pressi dei locali del Centro Diurno Integrato, mediante accesso dal cancelletto esterno alla Fondazione e quindi al di fuori del perimetro della stessa.

Tali indicazioni potranno subire modifiche ed aggiornamenti nei prossimi giorni in seguito alla pubblicazione di circolari o disposizioni da parte del Ministero della Salute, ATS Insubria e Ordine dei Medici di Varese.